Balena - Cetus (Cet)

 



 
Constellation Map, by IAU and Sky&Telescope magazine
Thumbnail image

Costellazioni confinanti:

  • Aries, Pisces, Acquarius, Sculptor, Fornax, Eridanus, Taurus

Stelle principali :

  • α (alfa) Cet (Menkar, "naso"), mag. 2.5, è una gigante rossa distante 130 a.l.
  • β (beta) Cet (coda, Diphda) mag. 2.0, la stella più brillante della costellazione, è una gigante gialla distante 68 a.l.
  • γ (gamma) Cet (Kaffaljidhmah), distante 75 a.l., è una doppia stretta, per separare la quale sono necessari un'apertura di almeno 60 mm e un alto potere risolvente. Le stelle sono di mag. 3.7 e 6.4, i colori giallo e azzurrino.
  • ε (eta) Cet (Dheneb)giallo arancio magn.3,5
  • ζ (zeta) Cet (Baten Kaitos) binaria giallo arancio magn.3,7
  • ι (iota) Cet (Deneb Kaitos) binaria rossa arancio magn.3,7
  • ο (omicron) Cet (Mira, "la meravigliosa"), distante 820 a.l., è il prototipo di una famosa classe di giganti rosse variabili.
  • τ (tau) Cet mag. 3.5, è una nana gialla, una delle più vicine al Sole, essendo distante 11.7 a.l. Il principale motivo per cui è famosa è che, fra tutte le singole stelle vicine, è quella più simile al Sole. Alcuni astronomi ritengono che potrebbe avere dei pianeti, anche se non c'è finora alcuna prova della loro esistenza.


Oggetti notevoli:

  • ο (omicron) Ceti, notevole stella dalla luminosità variabile, estremamente splendente in certi periodi mentre in altri risulta invisibile ad occhio nudo. La sua variabilità fu notata nel 1596 dall'astronomo dilettante David Fabricius, che le diede il nome di Mira, ovvero la "meravigliosa"
  • M 77 (NGC 1068) è una piccola galassia spirale , che si trova vicino a δ(delta) Ceti. Per vedere bene questa galassia, che si presenta di faccia, è necessaria un'apertura di almeno 150 mm. Essa dista all'incirca 50 milioni di a.l., ed è forse il più remoto degli oggetti elencati da Messier.

Note: Estesa costellazione posta al di sotto dell'Ariete e dei Pesci ma ben poco luminosa, contiene stelle molto interessanti come ν(omicron) e Τ(tau). Il periodo più propizio per la sua osservazione nel cielo serale è compreso nei mesi fra settembre e gennaio; gli osservatori dell'emisfero sud sono leggermente più avvantaggiati, grazie alla declinazione australe di buona parte della costellazione. Dall'emisfero nord è visibile completamente a partire dai 65°N, ossia poco a sud del circolo polare artico. L'asteroide 4 Vesta fu scoperto in questa costellazione nel 1827.

Mitologia: Questa costellazione rappresentava inizialmente il terribile mostro marino Ceto, inviato da Poseidone per divorare la principessa Andromeda ed ucciso da Perseo. Successivamente venne identificata con la balena, vero e proprio gigante del mare.




back-button

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'CHIUDI', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o qualsiasi altro tipo di interazione col sito, di fatto acconsenti all'utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information