Croce del Sud - Crux, (Cru)

 



 
Constellation Map, by IAU and Sky&Telescope magazine
Thumbnail image

Costellazioni confinanti:

  • Centaurus, Musca

Stelle principali :

  • α (alfa)Cru (Acrux), distante 360 a.l., appare all'occhio nudo come una stella di mag. 0.9. è la quattordicesima stella apparentemente più luminosa del cielo. Con un piccolo telescopio si può vedere che è una stella doppia, con componenti bianco-azzurre di mag. 1.4 e 1.9.
  • β (beta) Cru, (Mimosa), mag. 1.3, è una stella bianco-azzurra distante 570 a.l. È una variabile di tipo β(beta) Cephei, con un periodo di 6 ore e fluttuazioni di meno di un decimo di magnitudine.
  • γ (gamma) Cru, mag. 1.6, è una gigante rossa distante 88 a.l. Ha una compagna ottica di mag. 6.4, molto discosta, visibile con un binocolo.
  • δ (delta) Cru, mag. 2.5, la più debole delle quattro stelle principati della Croce, è una stella bianca distante 470 a.l.
  • ε (epsilon) Cru, mag. 3.6, è una stella gialla distante 125 a.l.
  • ι (iota) Cru, distante 280 a.l., è una stella arancione di mag. 4.7 con una compagna larga di mag. 7.8 visibile con un piccolo telescopio.
  • μ (mu)Cru, distante 620 a.l., è una coppia larga di stelle bianco-azzurre di mag. 4.0 e 5.2, separabili anche con i più piccoli telescopi o perfino con un buon binocolo.


Oggetti notevoli:

  • NGC 4755 il Portagioie o Ammasso di θ (kappa) Crucis, è uno dei più begli ammassi stellari del cielo, visibile a occhio nudo come una stella di 5a magnitudine. Con un piccolo telescopio si possono vedere almeno 50 stelle di vari colori, per lo più blu e rosse. John Herschel diede a questo ammasso il suo nome popolare paragonandolo a un gioiello multicolore. La distanza del Portagioie è incerta; secondo una misurazione si troverebbe a oltre 7000 a.l.

Note: La meno estesa delle costellazioni ma alquanto luminosa, le cui quattro stelle più splendenti disegnano una croce allungata. Fra le costellazioni molto note è la più piccola, la croce del sud è sicuramente fra le costellazioni più note dell'emisfero australe. Fu creata da navigatori e astronomi nel XVI secolo. Questa costellazione nonostante sia piccola è abbastanza luminosa e decisamente molto densa, infatti la costellazione è sita in una zona della via lattea molto ricca di corpi celesti. Si trova proprio sotto le zampe del Centauro.

Mitologia: Già nota ai Greci che però la consideravano unita al Centauro.




back-button

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'CHIUDI', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o qualsiasi altro tipo di interazione col sito, di fatto acconsenti all'utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information