Pegaso - Pegasus(Peg)

 



 
Constellation Map, by IAU and Sky&Telescope magazine
Thumbnail image

Costellazioni confinanti :

  • Andromeda, Lacerta, Cygnus, Vulpecula, Delphinus, Equuleus ,Acquarius, Pisces

Stelle principali :

  • α (alfa) Pegasi (Markab, la sella), mag. 2.5, è una stella bianco-azzurra distante 100 a.l.
  • β (beta) Peg (Scheat, la spalla), distante 180 a.l., è una gigante rossa grande 90 volte il diametro del Sole, che varia da mag. 2.4 a 2.8 con un periodo di circa un mese.
  • γ (gamma) Peg (Algenib, l’ala), mag. 2.8, è una stella bianco-azzurra distante 490 a.l. È una variabile del tipo β(beta) Cephei con un periodo di 3 h e 40 min., ma le sue variazioni di luminosità sono troppo piccole per essere avvertibili a occhio nudo.
  • ε (epsilon) Peg (Enif, il naso), distante 520 a.l., è una supergigante gialla di mag. 2.4. Con un piccolo telescopio, o anche con un binocolo, si può vedere una compagna larga di mag. 8.7, di colore azzurrino. Con un telescopio più grande è visibile anche una compagna più stretta, di 11&ordt; magnitudine.
  • ζ (zeta) Peg (Homam), mag. 3.4, è una stella bianca distante 160 a.l.
  • η (eta) Peg (Matar), mag. 2.9, è una gigante gialla distante 170 a.l.
  • π (pi) Peg è una doppia ottica, visibile con un binocolo, formata da due stelle, una bianca e una gialla, di mag. 4.3 e 5.6, distanti, rispettivamente, 310 e 320 a.l.
  • 1 Peg, mag. 4.1, è una gigante gialla distante 210 a.l., con una compagna di mag. 9 visibile con un piccolo telescopio.

Oggetti notevoli:

  • M 15 (NGC 7078) è un brillante ammasso globulare distante 50,000 a.l., al limite della visibilità a occhio nudo ma facilmente visibile con un binocolo, con vicino una stella di 6&ordt; magnitudine che ne facilita l’individuazione. Con un’apertura di 150 mm, le sue regioni esterne possono essere risolte in un gran numero di stelle brillanti: con aperture maggiori si possono vedere stelle fin verso il suo nucleo denso e splendente.
  • NGC 7331 distante circa 40 milioni di a.l., è una galassia spirale di 10&ordt; magnitudine visibile, in condizioni favorevoli, con aperture di 100 mm.

Note: La figura di questa costellazione è dominata dal Grande Quadrato composto dalle tre stelle della costellazione che ci appaiono più luminose alle quali si aggiunge la stella Alpha di Andromeda.

Mitologia: Quando Perseo affrontò ed uccise la gorgone Medusa decapitandola, dal sangue caduto dalla sua testa, mischiato con l'acqua del mare, nacque il cavallo alato Pegaso. Perseo lo cavalcò quando dovette affrontare il terribile mostro Ceto ( Balena ) per salvare la bella principessa Andromeda. Molto noto agli astronomi è il quadrato di Pegaso, composto da quattro stelle, ma una di queste ora fa parte di Andromeda, anche se è ancora nota come δ(delta) Pegasi. Nonostante la notorietà questo quadrato nel cielo non è interessantissimo ad occhio nudo, essendo poco visibile il suo contenuto, l'unico oggetto degno di uno sguardo attento è l'ammasso globulare M15.




back-button

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'CHIUDI', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o qualsiasi altro tipo di interazione col sito, di fatto acconsenti all'utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information