Ofiuco/Ophiucus (Oph) - Serpente/Serpens (Ser)

 



 
Constellation Map, by IAU and Sky&Telescope magazine
Thumbnail image

Costellazioni confinanti:

  • Hercules, Serpens Caput, Libra, Scorpius, Sagittarius ,Serpens Cauda, Aquila

NB : È l'unica costellazione ad essere divisa in due parti: Serpente ed Ofiuco. Ad ovest vi è la Testa del Serpente (Serpens Caput), ad est la Coda del Serpente (Serpens Cauda). Tra queste due parti si trova la costellazione di Ofiuco cioè colui che porta il serpente.

Stelle principali in Ofiuco :

  • α (alfa) Oph (Ras Albague, testa dell’incantatore di serpenti), 2.1 è una stella bianca distante 62 a.l.
  • β (beta) Oph, mag. 2.8, è una gigante gialla distante 120 a.l.
  • γ (gamma) Oph, mag. 3.8, è una stella bianco-azzurra distante 115 a.l.
  • δ (delta) Oph (Yed Prior), mag. 2.7, è una gigante rossa distante 140 a.l.
  • ε (epsilon) Oph, (Yed Posterior), mag. 3.2, è una gigante arancione distante 105 a.l.
  • ζ (zeta) Oph, mag. 2.6, è una stella bianco-azzurra distante 550 a.l.ζ
  • η (eta) Oph, mag. 2.4, è una stella bianco-azzurra distante 59 a.l.
  • ρ (rho) Opli, distante 720 a.l., è una stupenda stella multipla, visibile con un piccolo telescopio. La stella più brillante è di mag. 5.2. Questa ha una compagna di mag. 5.9; ai lati di questa coppia stretta si trovano due stelle più discoste, di mag. 7.1 e 6.6.
  • τ (tau) Oph, distante 72 a.l., è una doppia stretta con due componenti color crema, di mag. 5.3 e 6.0, che orbitano l'una intorno all’altra con un periodo di 280 anni; attualmente sono molto vicine e per separarle è necessaria un’apertura di almeno 75 mm.
  • 36 Oph, distante 18 a.l., è una coppia di nane arancione di mag. 5.3, separabili con un piccolo telescopio.
  • 70 Oph, distante 17 a.l., è una famosa stella doppia, con componenti gialla e arancione di mag. 4.3 e 6.0 che orbitano l’una intorno all’altra con un periodo di 88 anni. Per separarle sono necessari un’apertura di 100 mm e un forte ingrandimento. Una volta si pensava che questo sistema potesse avere dei pianeti, ma ora non più.

Stelle principali in Serpente :

  • α(alfa)Serpentis (Unukalhai, il collo del serpente), mag. 2.7, è una gigante arancio distante 85 a.l.
  • β(beta) Ser, distante 120 a.l., è una stella bianco-azzurra di mag. 3.7, nella testa del serpente, con una compagna di mag. 9 visibile con un piccolo telescopio. Con un binocolo è visibile nei pressi una stella di mag. 7 senza alcun legame fisico con le due precedenti.
  • γ(gamma) Ser, mag. 3.9, è una stella bianca distante 39 a.l.
  • δ(delta) Ser, distante 170 a.l., è una stella bianca di mag. 4.2, con una compagna di mag. 5.2, visibile con un piccolo telescopio a forte ingrandimento.
  • θ(theta) Ser (Alya), distante 100 a.l., è un’elegante coppia di stelle bianche di mag. 4.1 e 5.0, facilmente separabili con un piccolo telescopio.
  • ν(nu) Ser, distante 140 a.l., è una steLla bianco-azzurra di mag. 4.3, con una compagna larga di mag. 9 visibile con un binocolo o un piccolo telescopio.
  • τ(tau) Ser, mag. 5.2, è la più brillante di un gruppo di otto stelle di mag. 6 , tutte visibili con un binocolo, vicino a β(beta) Serpentis.

Oggetti notevoli:

  • M 9 si trova abbastanza vicino al centro della nostra galassia, solo 7.500 anni luce.
  • M 10 (NGC 6254) è un ammasso globulare di mag. 7 visibile con un binocolo o un piccolo telescopio. Dista circa 19,000 a.l., un po’ più del suo vicino M 12. Le singole stelle possono essere risolte con un’apertura di 150 mm o più.
  • M 12 (NGC 6218) è un ammasso globulare di mag. 7., visibile con un binocolo o un piccolo telescopio. Appare un po’ più grande del suo vicino M 10, e le sue stelle sono più disperse. In Ofiuco ci sono diversi altri ammassi globulari degni di attenzione, ma M 10 e M 12 sono i più belli.
  • M 14 si trova oltre il centro galattico a circa 70.000 anni luce di distanza.
  • M 5 (NGC 5904) distante 27,000 a.l., è un ammasso globulare di mag. 6, visibile con un binocolo o un piccolo telescopio. È considerato uno dei più begli ammassi globulari dell’emisfero boreale, secondo solo al famoso M 13 in Hercules. Con un’apertura di 100 mm o più se ne possono vedere il centro denso e luminoso e le regioni esterne screziate, con catene di stelle che si diramano verso l’esterno. Vicino a M 5 si trova 5 Serpentis. Una stella di mag. 5 con una compagna di mag. 10.
  • M 16 (NGC 6611) distante circa 8,000 a.l., è un ammasso stellare irregolare, visibile con un binocolo o un piccolo telescopio. É costituito da circa 50 stelle di mag. 8 o più deboli, disperse su un’area all’incirca equivalente al diametro apparente della Luna. L’ammasso è incorporato in una nebulosa chiamata Aquila, troppo debole per essere ben visibile con un telescopio per dilettanti, ma bellissima nelle fotografie a lunga esposizione.
  • NGC 6572 distante 2500 a.l., è una nebulosa planetaria di mag. 10., visibile con un’apertura di almeno 75 mm come una piccola ellisse verde-azzurra.
  • NGC 6633 distante 1600 a.l., è un ammasso aperto di circa 65 stelle di mag. 7 o più deboli, visibile con un binocolo.
  • IC 4665 distante 1000 a.l., è un ammasso aperto e irregolare di circa una dozzina di stelle di 7&ordt; mag. o più deboli, meglio visibile con un binocolo.

Note: Si tratta di una "doppia" costellazione, l'Ofiuco più il Serpente Le stelle dell'Ofiuco disegnano la figura di una casa rispetto alla quale le stelle del Serpente si estendono ad Est, creandone la coda, e ad Ovest, creandone la testa. Questa zona è ricca di ammassi globulari osservabili con un semplice binocolo

Mitologia: L'Ofiuco rappresenta il grande Esculapio, figlio di Apollo, noto per le sue sorprendenti doti di guaritore. I l suo potere curativo raggiunse il culmine quando scoprì un'erba portata nella sua casa da un serpente, erba in grado di resuscitare i defunti.Ben presto Plutone, dio degli inferi, si accorse che il suo regno si stava lentamente spopolando e si recò da Giove per esprimere il suo disappunto. Giove si rese subito conto che gli uomini immortali potevano rappresenatre una seria minaccia per gli dei e così pose fine alla vita di Esculapio incenerendolo con una delle sue saette; tuttavia pose il suo corpo nel cielo accanto al Serpente, assunto a simbolo dei suoi poteri curativi. Curiosità: Ancora oggi il serpente rappresenta il simbolo della professione medica.




back-button

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'CHIUDI', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o qualsiasi altro tipo di interazione col sito, di fatto acconsenti all'utilizzo dei cookie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information